AREA PIP BRACIGLIANO: SI STANNO COMPLETANDO I LAVORI DELL’OPERA INIZIATA DALL’AMMINISTRAZIONE GUIDATA DALL’EX SINDACO ANTONIO RESCIGNO

AREA PIP BRACIGLIANO: SI STANNO COMPLETANDO I LAVORI DELL’OPERA INIZIATA DALL’AMMINISTRAZIONE GUIDATA DALL’EX SINDACO ANTONIO RESCIGNO

Sono stati quasi ultimati i lavori dell’area PIP di Bracigliano, l’opera che venne inaugurata nel dicembre 2021 con il taglio del nastro del Sindaco Antonio Rescigno, in presenza dell’allora Presidente della Provincia Michele Strianese, del Vicepresidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola e di tanti Sindaci ed amministratori del circondario.

Oggi, Antonio Rescigno, che siede tra gli scranni dell’opposizione insieme ai Consiglieri del gruppo “Radici”, Franco Angrisani, Domenico Moccia e Anna Campanella, ricorda, con orgoglio, tutto il lavoro avviato dagli amministratori del precedente governo cittadino per raggiungere un risultato così importante. Un’opera di cui va fiero l’intero gruppo “Radici”, che con non poche difficoltà, ma con grande dignità e spirito di partecipazione, sta portando avanti le proprie battaglie nell’aula consiliare di Palazzo di Città nel corso dei civici consessi.

“Tra non molto – dichiarano i Consiglieri del Gruppo “Radici” – verrà consegnata alla comunità di Bracigliano l’Area Pip, il cui obiettivo è quello di portare ulteriore sviluppo sul territorio attraverso l’insediamento di attività produttive, che faranno da volano per l’economia locale”.

L’area PIP nasce con la legge 180 del 1998 che ha permesso di trasferire prioritariamente fondi per tutte le attività danneggiate dall’alluvione del 1998 che ha colpito il territorio di Bracigliano, Siano, Sarno e San Felice a Cancello. Lo sblocco della stessa è stata interessata da un lungo iter burocratico, caratterizzato da una serie di ricorsi e controricorsi poi conclusisi positivamente. E’ un’area, per gran parte ottenuta attraverso cessioni bonarie da parte dei proprietari e solo per una piccola parte attraverso gli espropri.

Si tratta di circa 30mila metri quadrati dove sono stati realizzati otto lotti per favorire l’insediamento di attività artigianali e industriali. Inizialmente furono individuati cinque assegnatari. Poi, sono stati indetti dei bandi per l’assegnazione degli altri lotti, che culminerà nell’insediamento delle dette attività. L’Ente, attraverso l’opera avviata dalla precedente amministrazione a guida Rescigno, si è occupato delle opere di urbanizzazione primaria tra cui strade, fognature, impianti di illuminazione, idraulico e del metano, il cui importo è stato quantificato in circa 1.430.000,00 euro. Si tratta di una importante opportunità di sviluppo economico per tutto il territorio.

Ora, si spera che sarà concluso presto l’iter di assegnazione definitiva dei lotti per consentire ai legittimi assegnatari la costruzione dei relativi capannoni.

/ 5
Grazie per aver votato!
Visualizzazioni: 1

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.