Operaio cade dall’impalcatura e rimane ferito in provincia di Salerno

Operaio cade dall’impalcatura e rimane ferito in provincia di Salerno, l’ira di Gigi Vicinanza (Cisal nazionale metalmeccanici): “Serve un piano di controlli in aziende e cantieri sul territorio. Basta con gli spot”.

“Il muratore rimasto ferito di un incidente sul lavoro a Pontecagnano Faiano ci fa capire che non è più tempo di rimandare. Serve un vero piano di controlli in aziende e cantieri in provincia di Salerno”.

Così Gigi Vicinanza, componente nazionale della Cisal Metalmeccanici, è intervenuto sul caso del muratore 64enne precipitato da un’impalcatura montata in un cantiere per la realizzazione di garage-box interrati a Pontecagnano Faiano. “In attesa di buone notizie sulle condizioni di salute dell’operaio rimasto ferito, spero che sindacati e autorità preposte ai controlli possano fare davvero squadra. Basta con gli spot, la guerra delle tessere o altre operazioni che servono a poco. Perché non ci troviamo mai a commentare positivamente notizie dove le aziende non in regola con la sicurezza sui luoghi di lavoro vengono multate e stiamo sempre a fare la conta con operai morti o feriti? Non si può perdere la vita solo perché si va al lavoro. Come possono tre ispettori addetti alla sicurezza dell’ufficio Spsal dell’Asl controllare un territorio che conta 400mila abitanti e 38 comuni tra cui le zone industriali di Salerno, Pontecagnano Faiano, Battipaglia ed Eboli? Serve un cambio di rotta. Spero che qualcuno si dia una mossa in tal senso”

/ 5
Grazie per aver votato!
Visualizzazioni: 0