Undicianni di Porto di Parole dal 26 maggio al 1 giugno a Salerno si narrano “Mondi”

Laboratori, un seminario di formazione, incontri con gli autori, letture al tramonto, spettacoli e istallazioni performative . Il 26 maggio all’Area Archeologica di Fratte la preview nell’ambito di “Domeniche ad Arte” Salerno. Con l’undicesima edizione di Porto di Parole s Salerno dal 26 maggio al 1 giugno 2024 si esploreranno i “Mondi” delle narrazioni differenti.
L’idea di quest’anno è quella di proporre esperienze da vivere e condividere con amici, genitori, nonni,fratelli,sorelle ma anche semplicemente con chi si lascia andare alla curiosità.
Per sette giorni il Centro Pastorale San Giuseppe (via Guido Vestuti) si trasformerà nell’unica grande isola delle narrazioni differenti per ospitare il format ideato e realizzato dalla Cooperativa Saremo Alberi con il sostegno dell’Ambito S5 Salerno – Pellezzano, il Comune di Salerno, la Fondazione Città del Futuro e il Comune di Olevano Sul Tusciano e in collaborazionecon i Nuovi Scalzi, Ciccio Pasticcio, Il Centro Pastorale San Giuseppe, Domeniche ad Arte, Nati per Leggere, il Centro per il Libro e la Lettura, il Maggio dei Libri, Oro Nera Caffè e Centrale del Latte.
Si comincia il 26 maggio,alle ore 10.30, con una preview nel parco dell’Area Archeologica di Fratte nell’ambito della rassegna “Domeniche ad arte”. Un inizio all’insegna della storia: il sito “racconda” le origini del primo nucleo abitato, dal VI secolo a.C. Fratte viene abitata in maniera continuativa, come testimoniano i resti di antichi edifici di origine etrusca ancora oggi visibili. E proprio tra le mura dell’antica Salerno sarà presentato l’albo illustrato “Maestro Albero” con Rebecca Rossi e Manuela Simoncelli. La lettura spettacolo sarà accompagnata dalle percussioni di Francesco Fasanaro e l’orchestra da camera di flauti con la partecipazione degli allievi di flauto traverso dell’I.C. “T. Tasso” di Salerno in collaborazione con l’Associazione Culturale MusicCantArte di Salerno, diretti dal maestro Giuseppe Ler.
Lunedi 27 maggio dalle 09:00 alle 12:00 presso il Centro Pastorale San Giuseppe ci sarà il primo appuntamento in calendario, riservato abambini e alle bambine della scuola dell’infanzia con lo spettacolo di e con Ciccio Pasticcio, “Alla scuola di Merlino”. A seguire gli incontri con Micole Imperiali autrice dell’albo illustrato Punzecchio, VanessaPolicicchio Rizzoli autrice dell’albo illustrato “Un maiale a pois” e la Ciccio Pasticcio Band.
Martedì 28 maggio, dalle 09:00 alle 12:00, al Centro Pastorale San Giuseppe si ritriveranno le bambine e i bambini della scuola primaria: Prototeatro Società Cooperativa propone “L’intrepida Avventura di Magrolon e Cento chili e passa”, uno spettacolo sull’educazione alimentare. A seguire, laboratori con Ciccio Pasticcio Band, Olga Mascolo e Michele Neri. Dalle 19:00 al Lido Balnea (spiaggia di lungomare Colombo a Mercatello) appuntamento al tramonto con i regalastorie. Scrittori, illustratori, artisti, volontari, incontrano picooli e grandi per raccontare storie, proponendo letture ad alta voce per una serata da “sogni”.
Mercoledì 29 maggio, dalle 15:30 alle 18:30, seconda giornata per la scuola primaria con “L’intrepida Avventura di Magrolon e Cento chili e passa”, dalle 09:00 alle 12:00, ed i laboratori con Ciccio Pasticcio Band, Olga Mascolo, Michele Neri e Antonia Grimaldi, autrice del libro Fiabola. Alle 15:30 il seminario aperto a docenti, formatori e genitori, “Narrare per costruire: STEM, multiliguismo e nuovi linguaggi”. Il seminario ha l’obiettivo di far riflettere sull’importanza delle pratiche narrative nell’ambito della pedagogia e della didattica. La narrazione viene indagata in quanto strumento di conoscenza del sé, pratica didattica per la costruzione del sapere, dentro e fuori il contesto scolastico, ma anche come forza trainante di una comunità che in tutte le sue parti vuole essere educante. Giovedì 30 maggio s’inizia alle ore 09:00 con le ragazze e i ragazzi della scuola secondaria di primo grado. Due spettacoli in programma: Officina Prometeo (una produzione Diviso per zero\Florian Metateatro di e con Francesco Picciotti), partendo dal mito di Prometeo, un narratore speciale racconta come furono inventati tutti gli animali, compreso l’uomo; L’Arte delle Machere (produzione I Nuovi Scalzi, di Savino Italiano con Francesco Ipolito e Savino Italiano), un viaggio divertente e surreale, dove il pubblico viene portato nel mondo colorato e travolgente della Commedia dell’Arte. Dalle 18:00 alle 22:00, La Mezza Notte Bianca dei Racconti e le Isole Narrative con i regalastorie che incontrano i piccoli lettori. Quattro sono gli spettacoli in programma: dalle 18:00 “Brigitte et le petit perdu” di e con Nadia Addis, per bambini, ragazzi e adulti; “Il pisolino di Re Carlo Magno” per adulti e bambini dai 3 anni in su, con la narrazione del cantastorie Michele Neri; l’incontro con Caterina Ballabio, autrice di DECAPP, per adulti e ragazzi dai 12 anni in su; Officina Prometeo (una produzione Diviso per zero\Florian Metateatro di e con Francesco Picciotti ), per adulti e bambini dai 5 anni in su. Alle 20:45 sul palco del Centro Pastorale San Giuseppe salirà Lorenzo Baglioni per raccontare la sua esperienza di matematico prestato allo spettacolo, utilizzando anche le sue originali canzoni.
/ 5
Grazie per aver votato!
Visualizzazioni: 28

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.