In rivolta la comunità della frazione Piazza del Galdo di Mercato San Severino

In rivolta la comunità della frazione Piazza del Galdo di Mercato San Severino, per la possibile chiusura dell’Istituto Palazzolo, struttura didattica da decenni presente sul territorio e che ha formato migliaia di adolescenti di tutto il comprensorio. Al momento ospita circa settanta bambini. La diminuzione di iscrizione è stata dettata non solo dall’emergenza covid ma anche dalle voci sempre più ricorrenti della chiusura della scuola. L’istituto Palazzolo in passato ha ospitato anche centinaia di alunni.  A rischio anche dieci posti di lavoro.  Dalla sede centrale di Bergamo la madre superiore delle suore che gestiscono la struttura ha già fatto sapere che l’istituto chiuderà i battenti il prossimo 30 giugno. Una notizia che ha allarmato la comunità locale che subito si è mobilitata a difesa dello storico istituto. In merito alla chiusura circolano tante voci, la più ricorrente l’assenza di suore per la gestione della struttura, sempre di meno per la crisi di vocazione. Le mamme, però, non sono convinte di questa giustificazione e temono possibili speculazioni sull’immobile in quanto pare che le suore avrebbero rifiutato tutte una serie di proposte di acquisto da parte di imprenditori locali. Qualche voce sempre più ricorrente parla anche della possibilità di istituire nell’immobile un centro di accoglienza per immigrati. Tutte voci che hanno alimentato le proteste delle mamme. “L’istituto non si tocca – dicono le signore – deve rimanere come istituto formativo per i nostri figli, ruolo che ha svolto nel migliore dei modi per decenni. Questo anche grazie alle suore che si sono succedute. Noi ci batteremo per la difesa della scuola e diciamo no ad ogni altra forma di possibile trasformazione compreso un centro di accoglienza per immigrati anche se noi non siamo razzisti”. Sulla vicenda si è mobilitato sui social e non solo anche l’ingegnere-poeta Francesco Terrone, residente nella frazione di Mercato San Severino, il cui appello è stato raccolto da decine di personaggi illustri del mondo culturale ed imprenditoriale del nostro paese, tra cui il giornalista Michele Cucuzza. Tutti si sono schierati contro la chiusura della struttura.  “Riteniamo – dice l’ingegnere poeta Francesco Terrone – che bisogna fare il massimo sforzo politico ed economico per evitare la chiusura dello storico istituto Palazzolo di Piazza del Galdo che opera anche con attività sociali da anni nella nostra contrada ed ha formato migliaia di adolescenti ed inoltre bisogna anche tutelare i posti di lavoro messi a rischio dalla paventata trasformazione della struttura. Noi faremo come sempre fino in fondo la nostra parte”. La protesta prosegue. Tante le iniziative programmate.  Le battagliere mamme di Piazza del Galdo guidata dalla signora Maria Teresa Patanella hanno investito del problema il parroco della contrada Don Marco Carpentieri ed il sindaco di Mercato San Severino Antonio Somma. A sua volta il primo cittadino ha chiesto al consigliere comunale locale Anna Maria Iuzzolino di seguire attentamente la vicenda e tenerlo costantemente informato. Inoltre, le donne di Piazza del Galdo per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla vicenda hanno anche programmato una fiaccolata di protesta ed una raccolta di firme da inviare alla madre superiore a Bergamo, al sindaco, all’arcivescovo di Salerno Monsignor Andrea Bellandi ed al Papa. “Faremo di tutto – dicono le mamme – per salvare l’istituto Palazzolo di Piazza del Galdo, che deve continuare ad essere struttura formativa per i nostri figli”.

Carmine Pecoraro 

/ 5
Grazie per aver votato!
Visualizzazioni: 0